In primo piano

29/11/2017
ART. 4 L. 300/70
Firmato nel Gruppo UBI l'accordo che limita la possibilità di controlli a distanza
Specificazioni riguardanti il «nuovo» art. 4 della Legge n. 300/70, frutto delle novità introdotte dal decreti attuativi del Jobs Act
Comunicazione e relazioni esterne

Lo scorso 21 novembre è stato siglato a livello di Gruppo un accordo sull’art. 4 dello Statuto dei lavoratori riguardante i «Controlli a distanza». 

Al riguardo, i sindacati ricordano che la norma di legge in questione «è stata pesantemente modificata – nella direzione di una restrizione delle garanzie originariamente previste a favore dei lavoratori e di un ampliamento della discrezionalità e del potere sanzionatorio delle aziende – da uno dei decreti attuativi del Jobs Act». 

Con l’intesa raggiunta, specificano le Organizzazioni sindacali, è stata riordinata la materia, «stabilendo precisi limiti all’intervento aziendale e introducendo principi di tutela validi per tutti gli ambiti in cui sono presenti e utilizzati gli strumenti da cui potrebbe derivare una attività di controllo a distanza dei lavoratori». 

Nel comunicato diramato dai sindacati viene altresì precisato che i «sistemi di “monitoraggio dell’attività telefonica e della produttività di ciascun operatore di Call Center” non sono consentiti». Pertanto, qualsiasi osservazione che i lavoratori ricevessero circa «presunte rilevazioni effettuate a distanza che li riguardassero individualmente (per esempio numero di telefonate, durata delle pause tra una telefonata e l’altra) è da ritenersi assolutamente illegittima e andrà denunciata immediatamente al Sindacato». 

 

 

Rubriche
Promozionale
Comunicazione Sociale