In primo piano

03/10/2017
PASSAGGI INFRAGRUPPO
Perché la "traversata" da un'azienda ad altra nasconde qualche insidia
Cessioni di contratto infragruppo: prestare particolare attenzione. Per i sindacati l'Accordo di dicembre 2016 stabiliva che il dipendente conservasse tutti i diritti soggettivi acquisiti
Comunicazione e relazioni esterne

Con una nota unitaria, i sindacati fanno sapere si aver appreso che «i passaggi infragruppo su base volontaria – ovverosia le cessioni di contratto dei dipendenti in distacco che hanno chiesto di passare all’azienda presso cui prestano servizio – viene in realtà regolato dal Gruppo non come passaggio diretto (secondo quanto convenuto con le OO.SS. con Accordo Sindacale dell’11 dicembre 2016)», quindi chiedendo alla risorsa in questione «di interrompere il rapporto di lavoro (presentando le proprie dimissioni), per poi dar corso alla sua assunzione nella nuova società». 

Inoltre, proseguono, nel momento in cui hanno rivolto alla controparte domande di chiarimento sulla vicenda, questa avrebbe addotto «una giustificazione dal sapore un po’ pretestuoso, secondo la quale il passaggio diretto presenterebbe chissà quali difficoltà e determinerebbe non ben precisati oneri economici». 

 

 

Rubriche
Promozionale
Comunicazione Sociale